Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Dicono di noi....

Dicono di noi....

I Paladini Brianzoli


Il termine Paladino, dall’aggettivo latino palatinus (del palazzo), descrive ciascuno dei Pari al servizio nell’esercito della regina Teodolinda, essi ricoprivano le cariche più alte dell’ordine militare e costituivano una sorta di guardia d’onore, ciascuno dei Pari era un nobile, conte o duca, e doveva possedere particolari virtù: fede, lealtà, forza e sprezzo del pericolo.

 

Vi sono importanti pareri che li descrivevano come dei formidabili girovaghi e comunicatori, e le loro gesta erano conosciute dalle terre Germaniche alle isole Mediterranee.

 

Ora, il loro ritorno è sinonimo di amicizia e di gioia nel condividere momenti spensierati, a cavallo della loro "passione".


....perchè andiamo in moto....

"... sono convinto che in moto ci si vada semplicemente perchè è bello. 
Perchè significa sentirsi come un cow-boy a cavallo nelle sconfinate praterie del far west, come il capitano Nemo nel suo Nautilus, come Ali Babà sul suo tappeto volante. Perchè scivolare dolcemente, al piccolo trotto, lungo una tortuosa stradina di campagna, col profumo del fieno che ti accarezza , è pura poesia. Perchè quello che vedi , che pensi, che senti quando davanti hai soltanto un manubrio, una strada e un paesaggio che scorronovia veloci, non lo potreste vedere, pensare e sentire in nessun altro modo. Perchè la moto ti fa provare i brividi anche quando fa caldo , ti esalta anche senza obbligarti a correre come un pazzo e ti fa sognare senza costringerti a dormire....


Claudio Braglia  giornalista.